Facebook Twitter Google Plus Pinterest Share 
Condividi

Da un punto di vista geomorfologico la Riserva della Val Rosandra - Dolina Glinščice è da un profondo solco che incide l’altopiano carsico in direzione nord-ovest – sud-est, dove il paesaggio di rupi, ghiaioni, pareti verticali e la forra del torrente Rosandra - Glinščica, unico corso d’acqua in superficie del Carso italiano, offrono un paesaggio singolare nei pressi della città di Trieste.

La zona presenta una spiccata asimmetria dei versanti: da una parte dominano i ghiaioni, dall’altra i boschi si alternano a pareti verticali. Su alcune parti pianeggianti ci sono le lande carsiche (kraška gmajna), nei pressi del torrente invece la vegetazione tipica degli ambienti umidi.

Grazie al suo ricchissimo patrimonio naturalistico la Val Rosandra-Dolina Glinščice è sempre stata meta di escursionisti, rocciatori, speleologi e studiosi. Ma è soprattutto la gente del posto che la frequenta e la vive, che ha contribuito a mantenere integro il patrimonio naturalistico e culturale di questo territorio, trovando in essa un rifugio nella natura e una risorsa per le attività del luogo.

La Riserva della Val Rosandra – Dolina Glinščice è ufficialmente un’area protetta; è una Riserva Naturale Regionale, istituita con L.R. 30.9.1996 n. 42, art. 52, è inserita nell’Elenco nazionale delle aree protette italiane e fa parte della rete Natura 2000. Dal 2006 l’Organo Gestore della Riserva è il Comune di San Dorligo della Valle – Občina Dolina.