Seguici sui social
25 Settembre, 2022

Il percorso risale le pendici del Monte Cocusso (672m) lungo il confine sloveno, passando per zone ombrose con faggi e carpini bianchi. Percorreremo i sentieri e le carrerecce che in passato venivano usati per accompagnare le mucche ai pascoli estivi e alle fonti d'acqua e visiteremo la sorgente Zvirk, recentemente restaurata. Incontreremo poi i resti della Chiesa seicentesca di San Tommaso (Sv. Tomaž, dal XVII secolo sede della curia di Grozzana che comprendeva anche molti paesi della Val Rosandra), col vicino cimitero. Da qui raggiungeremo la località Jirmanec, dove si trova il rifugio sloveno, e la cima del Cocusso, per poi ritornare a valle lungo un percorso più breve.

Si darà particolare rilievo alla vegetazione e ad alcune specie vegetali di particolare interesse, nonché alla storia dei vari luoghi.

INFORMAZIONI ORGANIZZATIVE

LUOGO DI RITROVO: alle 9:00 presso Grozzana, al capolinea del bus.
DURATA: circa 3 ore
EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO: abbigliamento escursionistico. Si consiglia di portare con sè una sufficiente scorta d'acqua ed eventuale merenda e pranzo al sacco.

DIFFICOLTÀ: media, con salite e discese su sentiero abbastanza ampio.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione è gratuita grazie al contributo del Comune di San Dorligo della Valle - Občina Dolina e della Regione Friuli Venezia Giulia.
Prenotazione obbligatoria all’indirizzo info@riservavalrosandra-glinscica.it