Facebook Twitter Google Plus Pinterest Share 
Condividi

Tappa fondamentale dopo una passeggiata sui sentieri del territorio è provare i prodotti tipici della zona in un'osmiza. La presenza e l'apertura di questi luoghi è caratterizzata dalla frasca che viene posizionata sugli incroci principali per guidare le persone fino all'osmiza. Qui si possono ordinare del buon vino locale e piatti freddi prodotti in casa quali salumi, formaggi, verdure sott'olio e sott'aceto. L'origine delle osmize risale ai tempi dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria, che nel 1784 autorizzava i contadini a servire e vendere vino per un periodo di 8 giorni. Da qui il nome osmiza, dallo sloveno "osmica" ovvero osem (otto).

Osmize